L’Italia sempre indietro nella digitalizzazione: che fare?

Agence sta collaborando con alcuni operatori privati sull’ultimo miglio della banda ultralarga.

I temi del digital gap, della diffusione di internet e della digitalizzazione sono stati più volte oggetto di attività, di assistenza e consulenza a diversi soggetti, in particolare in Italia, a livello di formazione dlela decisione politica a livello regionale o nei programmi, da Interreg ai POR FESR e ai PSR.

La carta qui riprodotta è stata realizzata da ESPON a fine 2017 e rappresenta un’Italia in netto ritardo nei processi di digitalizzazione, e ciò malgrado il consistente impegno e gli oggettivi progressi degli ultimi anni, in particolare del governo Renzi.

Non abbastanza comunque; nell’attività a livello regionale, in particolare, sembra difficilissimo fare progressi: siti web non -responsive, tendenza al cartaceo e alla marca da bollo, settore salute estremamente indietro malgrado una soddisfacente etica delle intenzioni e della comunicazione.

link https://www.espon.eu/digital-transition